SponsorWeek nr.30
SponsorWeek nr.30

Settimana Nr. 30 per #SponsorWeek, la nostra selezione di articoli di stampa. Lo scopo è quello di darti spunti da usare SUBITO per migliorare la tua ricerca di Sponsor.

Clicca qui per ricevere GRATUITAMENTE #SponsorWeek nella tua casella mail!

La newsletter viene spedita agli iscritti e, qui nel sito, pubblichiamo il nostro punto di vista su quelle stesse notizie.

Cosa fa Samsung alla Milano FOOD Week

Samsung ha scelto la vetrina della Milano Food Week per mostrare la sua idea di cucina del futuro. Perché Samsung, oltre agli smartphone, produce anche grandi elettrodomestici, climatizzatori, televisori, apparecchiature audio-video e tutto ciò che serve al mondo dell’informatica. In tutto questo mondo di tecnologia la Milano Food Week sarà palcoscenico proprio della “Cucina del futuro” immaginata da Samsung.

L’azienda sudcoreana mostrerà al pubblico 4 cucine tematiche in 4 angoli della città: Stage Kitchen in Piazza Duomo, Lifestyle Kitchen a CityLife, Fashion Kitchen al Brian&Barry Building e Young Kitchen allo IULM. Sono 4 location sul totale di 5 che saranno animate durante la #MFoodW.
Queste cucine non saranno a disposizione del pubblico solo per poter ammirare gli elettrodomestici ma serviranno a Samsung per organizzare eventi, mostre e show-cooking.
Non bastasse sono previste 2 Masterclass al Samsung District.

Questa notizia ha sfiorato la sezione Cosa fanno i BIG ma davanti alla notizia BIG di questa settimana ha dovuto cedere il passo e poi, in quella sezione, non avrei potuto spiegare al meglio gli spunti che offre la sponsorizzazione di Samsung alla Milano Food Week.

Gli spunti

1 • Dai più di uno spazio ai tuoi sponsor, proprio come ha fatto la Milano Food Week con Samsung. L’idea della cucina come “spazio dinamico in cui lavorare, socializzare e intrattenere” (cit.) non è molto originale ma MFoodW ha concesso e Samsung la possibilità di interpretare questo concetto 4 volte in 4 location diverse. Al resto c’ha pensato il fornitore ufficiale di elettrodomestici da incasso del Fuorisalone milanese dedicato al Food.
I sudcoreani, infatti, non si sono limitati a creare delle cucine da esposizione ma hanno dato origine a degli spazi funzionali al Festival lambendo il confine tra Sponsor e Partner .

1.1 • Fa in modo che il tuo sponsor liberi la sua fantasia. Negli spazi allestiti dallo Sponsor si svolgeranno story-cooking di grandi chef, dibattiti, laboratori e momenti esperienziali, mostre fotografiche, workshop, masterclass e, proprio con quegli elettrodomestici, verranno creati piatti da chef e artisti all’ora di pranzo dell’aperitivo. T’e capì?*

2 • Fai concentrare l’attenzione su un solo elemento per aumentare l’efficacia del messaggio pubblicitario. Samsung ha centinaia di prodotti (trovi le gamme trovi all’inizio di questo pezzo) ma per la MFoodW il suo ufficio marketing si è concentrato solo su una gamma e solo sulla linea Smart Kitchen. E se la seconda parte, quella relativa a mostrare il top della gamma, può essere un punto facile da comprendere, la scelta di autolimitare l’esposizione dei prodotti è meno scontata. Nulla gli avrebbe vietato di inserire in cucina un frigorifero intelligente, un microonde, una lavatrice, un maxischermo con soundbar, un climatizzatore. Samsung, invece, almeno sulla carta, non lo ha fatto*.

Per quello che riguarda la tua sponsorizzazione, invece, fa in modo che lo sponsor prenda delle decisioni chiare e non cerchi di sporcare i suoi spazi che gli offri con messaggi fuorvianti per il pubblico. La mania, sopratutto nelle piccole aziende, di farcire ogni spazio acquistato va limitata. Ne vade la qualità della tua iniziativa e l’efficacia del loro messaggio.
Ricorda che se loro sbagliano marketing e non raggiungeranno i risultati che avevano immaginato se la prenderanno con te, con la tua iniziativa e il prossimo anno non ti sponsorizzeranno più. Dopo che avranno scelto di sostenerti, evitare che commettano errori sarà la tua priorità.

*: Se eri alla Milano Food Week e hai visto nelle cucine Samsung altri prodotti oltre a quelli creati per la cucina, scrivilo nei commenti.

Le invenzioni dell’Inter per Leonardo

La pagina sul sito dell’Inter che parla della sua partecipazione alla mostra “Leonardo. La macchina dell’immaginazione” parte in modo un po’ troppo poetico ma poi, e a noi è piaciuta per questo, spiega chiaramente cosa il reparto marketing ha immaginato per il pubblico.

La mostra – al Palazzo Reale di Milano da Aprile a Luglio 2019 – è organizzata all’interno del programma per le commemorazioni dei 500 anni della morte di Leonardo da Vinci
(ce ne sono in tutta Italia e qui trovi lo spunto tratto dalla sponsorizzazione a Fano). Milano è in prima linea nella creazione di questi eventi e poiché l’Inter “è in prima linea con tutte le manifestazioni che propongono innovazione, intrattenimento e che creano emozioni e passione.” (cit.) ha ideato 2 attivazioni per i suoi tifosi: lo sconto del 30% per i soci degli Inter Club e 2 biglietti la prezzo di uno per chi ha la tessere del tifoso dell’Inter.

Gli spunti

1 • Metti il tuo sponsor nella condizione di potersi vantare. Lo staff dell’Inter ha creato una pagina che parla della mostra sito ufficiale della squadra e ha inserito tanti dettagli, un po’ di storia, storia gli orari, i costi dei biglietti e le agevolazioni, #hashtag ufficiale e un mini-video che su Instagram ha avuto quasi 800mila visualizzazioni. Tutte queste cose sono importanti per posizionare la pagina del sito sui motori di ricerca e per dare un servizio completo ai suoi tifosi ma questo aspetto non dipende da te. Potrai, anzi, dovrai dire alle aziende di creare una o più pagine sul loro sito che parlino del Vostro accordo. Pagine che parlino della loro partecipazione alla tua iniziativa. Dovrai anche dirgli di tramutare quelle stesse pagine in comunicati stampa da inviare ai giornali locali e alle redazioni web. Ma, ancora, non dipende da te.

Ciò che dipende da te, invece, è fornire agli sponsor la possibilità di creare delle attivazioni per il loro pubblico. Nel caso di Leonardo. La Macchina dell’immaginazione e Inter si è trattato di sconti per tesserati e tifosi.
Avere questo tipo di possibilità ha messo la società sponsor nella condizione di poter scrivere a tutti gli iscritti e a tutti i club per informarli del vantaggio che gli può dare essere vicini alla squadra. Si sono potuti vantare. Hanno potuto gonfiarsi il petto e mostrare il loro valore a chi gli vuole più bene.
Cerca di prevedere sempre della azioni a favore dei tuoi sponsor che gli permettano di “essere speciali”.

2 • Fa in modo che il reparto marketing dello sponsor pensi a qualcosa di speciale per il Vostro pubblico. Le aziende diventano sponsor perché vogliono raggiungere il tuo pubblico. Fino a che non troveranno il modo di farsi notare, questo rimarrà tuo pubblico. Per diventare un pochino anche suo deve interagire. Potrebbe essere, ad esempio, uno sconto, un’estrazione, un concorso, una promozione, un gadget, un campione o una prova ma l’importante è che sia qualcosa. Qualcosa che il pubblico che avete in comune possa apprezzare trasformandosi da tuo a VOSTRO.

Guarda questo video per avere qualche spunto

Dal nostro canale YouTube

Le idee di New Balance per la Sarnico-Lovere

A fine Aprile sulle sponde del Lago d’Iseo si corre la Sarnico-Lovere Run, poco più di 25km di percorso e più di 4.000 partenti. Dal 2015 lo sponsor tecnico della manifestazione è New Balance.

Nell’articolo di crisalidepress.it che ha dato spunto a questo pezzo si parla delle azioni che l’azienda di Boston ha pensato per i corridori. Si tratta di una maglietta a ogni partecipante – blu per lui, fucsia per lei – personalizzata con #hashtag e logo della corsa, la possibilità di vincere dei premi e un concorso con cui vincere scarpe da running e un biglietto per la Maratona di New York.
Nello stand allestito da New Balance nella zona Expo, oltre a una grande esposizione di prodotti, ci sarà un esperto per il test dell’appoggio del piede e la scelta della scarpa ideale.

Gli spunti

1 • Grande sponsor piccolo evento. Non che la Sarnico-Lovere Run sia un piccolo evento ma rispetto alla Maratona di New York – anch’essa sponsorizzata da New Balance – hanno un po’ meno da dire: i partenti nel 2019 sono stati poco sopra i 4.000, a New York saranno più di 50.000.
Ma quello che dimostra la sponsorizzazione di New Balance, per il quarto anno consecutivo, si accoppia perfettamente con il nostro concetto di sponsorizzazione: raggiungere in modo attivo il pubblico dell’iniziativa.
Si tratta di analisi del target, di verifica dei risultati di creazione di attivazioni specifiche e di trovare metodi intelligenti di mettere il logo dello sponsor in mano ai partecipanti. New Balance alla Sarnico-Lovere sul Lago d’Iseo ha fatto tutte queste cose e le ha fatte bene. Benissimo, a dirla tutta, perché con il concorso ha aggiunto gamification e utilizzo (organizzato) dei social.

Copiare quello che riesce a fare una grande azienda internazionale potrebbe essere difficile ma puoi sicuramente prendere spunto. Quando ti rivolgi alle aziende per ottenere la loro fiducia e i loro soldi mostragli qualcosa di speciale. Che l’azienda sia grande o piccola. Che la tua iniziativa sia grande o piccola.

2 • I costi tecnici li paga lo sponsor. Lo dico perché non è affatto scontato. Spesso sentiamo organizzatori di iniziative preoccupati del costo che potrebbe avere creare nuovi spazi di visibilità per gli sponsor. Non ti preoccupare dei costi fino a che le cose con l’azienda non si faranno serie. Il tuo ruolo di organizzatore dell’iniziativa e procacciatore di sponsor prevede la creazione di spazi da vendere ad aziende entusiaste di acquistarli. La bella notizia è che creare questi spazi è gratuito. Gli spazi pubblicitari che metterai a disposizione degli sponsor li devi descrivere non consegnare. Quando li avrai descritti al meglio e gli sponsor decideranno di utilizzarli affronterete la questione costi.

Unito a ciò c’è un altro spunto offerto dalla gara bergamasca e dal suo rapporto con lo sponsor tecnico: le idee dello sponsor le paga lo sponsor. Le 5.000 magliette personalizzate le ha pagate New Balance, i biglietti per New York li pagano da Boston e l’esperto di plantologia è a carico dello sponsor.
Se poi vuoi farti carico della totalità dei costi, sappi che la cifra che dovrai chiedere alle aziende salirà di molto e questo potrebbe complicare la trattativa.

BONUS • Nel sito della gara si trovano i logo di Sponsor, partner e istituzioni. Tutti cliccabili con il link verso il sito ufficiale o il canale social dell’azienda. Ma non è questo il bonus.
Gli sponsor della Sarnico-Lovere sono divisi in: Main Sponsor (1), Technical Sponsor (1), Official TimeKeeper (1), Sport Nutrition Partner (1), Official Car (1), Gold Sponsor (2), Sponsor (4+8), Fornitori Ufficiali (3), Media Partner (3). Ma non è questo il bonus.

Lo spunto Bonus offerto dalla Sarnico-Lovere Run riguarda la Tornado, lo Sport Nutrition Partner che si presenta alla corsa 2019 con un sito che contiene logo, scritta “Coming soon…” e 4 icone social non cliccabili. Questo dimostra quanto un investimento in sponsorizzazioni possa avere la priorità su altri tipo d’investimento e come, mettere il prodotto in mano ai possibili acquirenti, [qui lo dico e qui lo nego] sia più importante per aumentare le vendite di avere un sito.

In questo video, un caso pratico e qualche esempio tra visibilità e sponsor.

Dal nostro canale YouTube

Gresini MotoE e il nuovo Sponsor di Team Trentino

Trentino Team - Moto E
MotoE – Team Trentino

Quello della MotoE è un campionato nuovo, voluto da Dorna e pagato da Enel e Energica. 12 team, 18 moto monomarca (Energica Spa di Modena), 4 o 5 gare su circuiti europei. Grande potenza, zero rumore e una sbirciatina nel motociclismo che verrà.

Ad aver raccolto la sfida anche il Team Gresini che, secondo le pagine di lugonotizie.it, ora può fregiarsi di un nuovo sponsor: la ICEL. Carena e pannellature nel box sono le posizione in cui si potrà vedere il logo dell’azienda che produce cavi per il settore industriale, domestico e della mobilità elettrica. A occhio sembra una sponsorizzazione istituzionale piuttosto che tecnica o economica. Il perché lo trovi qui sotto.

Lo Spunto

♦ Diversi tipi di sponsor per diverse motivazioni. Gli sponsor non sono tutti uguali. La definizione che diamo a sponsor è “soggetto interessato a fare in modo che un’iniziativa si realizzi“. Gli sponsor, per semplicità, si dividono in economici, tecnici e istituzionali.

  • Economici: aziende che pagano per acquistare spazi di visibilità all’interno di una iniziativa.
  • Tecnici: aziende che mettono a disposizione dell’iniziativa beni e servizi propri
  • Istituzionali: persone e istituzioni che si spendono per facilitare la realizzazione di una iniziativa

Lo scopo, per tutti, è aumentare la riconoscibilità e prestigio nella propria sfera di competenza.
La sponsorizzazione di ICEL – non me ne voglia il loro reparto marketing – sembra fatta per posizionale l’azienda molto vicino a Enel ed Energica, i 2 promotori principali del campionato e grandi utilizzatori di prodotti realizzati da ICEL. Che sia la motivazione principale dell’investimento o meno lo spunto è ottimo.
Quando cerchi sponsor contatta anche le aziende che potrebbero avere interesse a essere messe in contatto con altre aziende che hai nel tuo pacchetto sponsor o che comunque sono collegate con te e la tua iniziativa.


L’elenco e le definizioni che hai letto qui sopra non hanno la pretesa di essere ne completi ne esaustivi ma solamente esemplificativi. Le sfaccettature nel campo delle sponsorizzazioni sono molte quindi se hai delle domande, ti invito ad usare il box dei commenti che trovi in fondo al post.

Curiosità: hai già visto la LIVEWIRE, la Harley-Davidson elettrica?

Altri video che potrebbero esserti utili nella tua ricerca di sponsor

Dal nostro canale YouTube

La scelta intelligente di Sondrio

Logo Comune di Sondrio

Letta la notizia in ufficio c’è stata un’ovazione. Evviva! Bravi! Altri li imiteranno! Era ora! … è solo un regalo della politica.

Un giorno abbandoneremo il piccolo cinico dell’ufficio. Promesso! 😅

Ora però, concentriamoci sulla bella notizia.
Il comune di Sondrio ha affidato l’organizzazione di tutti gli eventi municipali a un’agenzia di marketing. Alleluja! Alleluja!

Secondo laprovinciadispondrio.it, al comune rimarrà la parte di raccolta e gestione degli sponsor ma tutta l’organizzazione sarà fatta da chi ha il marketing in testa dalla mattina alla sera e, di lavoro, studia il modo per rendere prodotti e servizi allettanti per il pubblico. Questa svolta si concretizzerà in un aumento dell’appeal delle iniziative comunali sia per i sondriesi che per le aziende. All’aumento del numero di presenze seguirà un aumento del ritorno potenziale dell’investimento in sponsorizzazioni e quindi più sponsor e più budget. BRAVI!

Gli spunti

1 • Per aumentare pubblico e sponsor devi ragionare PER pubblico e sponsor. Io ho l’abitudine a semplificare questo passaggio e parlare di MARKETING. L’arte di fare in modo che il tuo cliente sia contento del tuo prodotto o servizio. Per le aziende tutto è marketing. Per le iniziative come la tua anche. Le iniziative in cerca di sponsor, tra l’altro, devono lavorare pensando ad entrambi i clienti: il pubblico e le aziende sponsor.
Non è facile e per questo siamo contenti quando ci imbattiamo in realtà che capiscono l’importanza di un approccio orientato al marketing. Un passaggio organizzativo che arriva dopo il “fare” e dopo il “fare bene”. Pensare al marketing vuol dire “fare bene in modo sistematico”.
Pubblico e aziende noteranno l’approccio professionale orientato alla loro soddisfazione e premieranno lo sforzo aumentando la partecipazione.

2 • Tieni salde le redini della tua iniziativa. Il comune di Sondrio ha affidato la gestione a un’agenzia di marketing ma per ogni evento dovrà approvare il programma dettagliato. Per evitare brutte sorprese il comune ha scritto nero su bianco le linee programmatiche che dovranno essere seguite da chi organizzerà eventi allo scopo di promuovere Sondrio, il territorio e le sue eccellenze.

Se deciderai di avvalerti di collaboratori per gestire parte – qualunque parte – dell’organizzazione della tua iniziativa, fa in modo che sia ben chiaro cosa si può e cosa non si può fare. In questo modo eviterai che l’eccesso di zelo o la pigrizia dei collaboratori snaturino l’iniziativa stessa.
Se non te occuperai direttamente, la stessa attenzione andrà rivolta verso chi cercherà sponsor e le aziende che verranno coinvolte. Riservati sempre la possibilità di porre dei freni o anche rinunciare a una sponsorizzazione se questa mette a repentaglio il rapporto che hai con il tuo pubblico.

In questo video un caso di sponsorizzazione gestita male.

Dal nostro canale YouTube

IMMAGINA
Come potrebbero sentirsi gli uffici marketing delle aziende a cui ti stai rivolgendo per la sponsorizzazione se gli proponessi alcune delle idee scritte qui sopra?

Siamo certi che, anche se la tua iniziativa è piccola, ha poco pubblico o budget limitato, tu possa prendere spunto da queste notizie e usarle per migliorare la tua ricerca di sponsor.


Ricorda, le aziende devono fare Business. Sempre!

KeySponsor

Se questi gli spunti non sembrano adatti al tuo caso, scrivilo nei commenti e ti daremo degli spunti più vicini ai tuoi bisogni.

Nella newsletter #SponsorWeek inseriamo una sezione speciale che abbiamo chiamato “Cosa fanno i BIG“. Non perché quelli qui sopra non siano grandi marchi o grandi eventi ma perché si parla di cifre monster, attivazioni costose e brand mondiali.

Dal momento che è bene imparare dai migliori ecco qui sotto lo spunto dai “Big Brand” di questa settimana.

Cosa fanno i BIG

1,6 MILIARDI di Euro nelle casse del Real Madrid

A fare il bonifico ci penserà, una volta l’anno fino al 2031, la Adidas.
Non so davvero come commentare questa notizia.
Mi potresti dire che potrei trattare di esposizione del marchio, di valore storico, di tifo internazionale, di rientro dell’investimento, di superamento della concorrenza e mantenimento della posizione dominane.
E avresti ragione.
È che davanti a 1.600.000.000 di Euro non mi viene in mente niente.
Fonte → calcio.fanpage.it


Vuoi raccontarci un tuo esempio personale?
Scrivilo nei commenti in fondo al post.


Cos’è #SponsorWeek

#SponsorWeek è la nostra selezione di notizie che possono aiutare te e il tuo staff a migliorare la Vostra ricerca di Sponsor, grazie agli spunti che contengono.
Questa #RevieWeek 😵 spiega il nostro punto di vista su alcuni spunti presenti nella newsletter.

Ogni settimana, grandi aziende e piccole iniziative affrontano il mondo delle sponsorizzazioni. C’è tanto da fare e da imparare.

Per ricevere #SponsorWeek gratuitamente ogni settimana nella tua casella mail, compila il modulo qui sotto ▼


Hai delle domande?

Usa i commenti o clicca qui per chattare su Facebook Messenger.

Buona settimana e che tu possa avere sempre più sponsor, più velocemente e con budget più alti.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *