#SponsorWeek nr.17
#SponsorWeek nr.17

Settimana Nr. 17 per #SponsorWeek, la nostra selezione di articoli fatta per darti spunti da usare nella tua ricerca di Sponsor.

Mentre leggi le righe qui sotto, immagina a come si potrebbero sentire gli uffici marketing delle aziende a cui stai chiedendo di diventare sponsor se gli proponessi alcune di queste idee.

Le notizie spiegate qui sotto sono prese dagli articoli che abbiamo inserito nella nostra Newsletter: #SponsorWeek che arriva via mail ogni Domenica alle 11.00.
Clicca qui per riceverla GRATUITAMENTE nella tua casella!

Käercher a FuoriSanremo by Lancôme

Kaercher per la casa (1)

Non so tu ma io associo il marchio Käercher alle idropulitrici e quindi leggere il titolo dell’articolo su e-duesse.it mi ha sorpreso: “Che ci fa un produttore di idropulitrici come sponsor di un programma talmente femminile da avere Lancôme come Title Sponsor?

Doppio problema quindi: un Title sponsor molto femminile e uno sponsor fuori target. E invece NO! Ed è proprio per questo motivo che facciamo la RevieWeek di #SponsorWeek e la pubblichiamo sul sito. 😮

Käercher produce una linea di prodotti per la pulizia della casa studiati per un pubblico femminile e, ad occhio, un po’ esigente… che non si accontenta, diciamo.

Käercher, per far conoscere la sua nuova gamma di prodotti professionali per la pulizia della casa – ma anche uffici, piccoli alberghi e yacht secondo noi – ha scelto di fruttare la visibilità offerta dal programma FuoriSanremo by Lancôme di RadioItalia: 150 passaggi radiofonici, 200 passaggi TV su RadioItaliaTV ai quali si aggiungono 17 giorni di sketch illustrativi del prodotto fatti dagli speaker della radio durante le trasmissioni.
Previsto anche il coinvolgimento dei Social della Radio e il logo nel sito del programma: “FuoriSanremo by Lancôme“.

Gli spunti

Kaercher per la casa (2)
  • La nuova gamma di prodotti avvicina Käercher ad un pubblico nuovo. Per intercettare questo pubblico l’azienda ha fatto uno studio del target e ha accettato di scegliere la proposta della radio e di diventare sponsor di una trasmissione prettamente femminile.
    Lo spunto parte dal ragionamento che può avere fatto l’ufficio marketing. La radio deve aver fatto un’analisi del pubblico potenziale per fare in modo di interessare dei produttori di idropulitrici ad affiancare il loro nome a quello di Lancôme .

    😁 Ops! Questo spunto ha una “piccola lacuna“. Se pensi di aver capito qual’è scrivici su Facebook Messenger e scopri cosa hai vinto.
  • Lancôme, in qualità di title sponsor del programma, trova il suo nome ogni volta che viene citato il programma – sito, social, comunicati stampa – e, molto importante, il logo Lancôme è inserito nel logo del programma stesso. La visibilità del marchio, in questo modo, aumenta tantissimo verso il target a cui si rivolge il programma e l’intera RadioItalia (radio e TV). Anche in questo caso il lavoro fatto sul target dallo Staff di RadioItalia – o dalla loro agenzia specializzata – ha avuto un buon esito.
    Quando cerchi sponsor non dimenticare mai di fargli sapere chi è il tuo pubblico. È molto cinico ma sappi che allo sponsor non interessi tu ma il pubblico che riesci a raggiungere.

Dai un’occhiata a questo video.

Dal nostro canale YouTube.

Hai mai pensato ai Match Sponsor?

Maglia del Messina Calcio

A Messina ci hanno pensato e la Marbi Srl è stata sponsor di maglia del Messina Calcio per la sola partita di Coppa Italia contro l’Albalonga.
O almeno questo è quello che apprendiamo dal comunicato stampa pubblicato su MessinaOggi.it. Apprendiamo solo questo, in effetti, perché l’articolo non dice molto di più.

Scrivere comunicati stampa efficaci, che piacciano al pubblico, agli sponsor e alle redazioni è un’arte. Se si punta troppo sullo sponsor sia pubblico che giornali “mangieranno la foglia” e capiranno che non esiste una notizia ma solo un tentativo di ottenere pubblicità gratuita per un marchio commerciale.

In questo caso, però, si è esagerato nell’altra direzione. Eppure la notizia, per noi che studiamo marketing e sponsorizzazioni, c’era eccome: la sponsorizzazione per una sola partita.

Gli spunti

  • Anche se per una sola partita la squadra ha preparato un comunicato stampa e lo ha inviato alle redazioni. Lo scopo del comunicato stampa è duplice: mettere il nome dello sponsor sulla carta stampata e mettere se stessi sulla carta stampata. Ogni articolo, infatti, aumenta il valore percepito della tua iniziativa.
  • Piccolo Spazio Pubblicità – come diceva VASCO → guarda il video 👨‍🎤🎸📻 ). È ovvio che la speranza di ogni team addetto alla ricerca di sponsor è quella di trovare la mega-azienda con il mega-budget che sposa la causa al 100% e si compra tutto il comprabile ma, scendendo per un secondo dalle nuvole, è sempre bene avere un Piano B. In questo caso il Messina calcio mostra come sia possibile riuscire a coinvolgere un’azienda con una micro-azione. Probabilmente se ti concentri sulla tua iniziativa anche a te verrà in mente uno spazietto piccolo da poter andare a vendere alle aziende. Una cosetta minuscola, dal budget ridicolo. Un piccolo spazio di Pubblicità. Studiala bene, dagli il giusto valore simbolico ed economico e, quando lo avrai venduto, avrai fatto quello che qui chiamiamo “Mettere il piede dentro”: non hai ancora convito del tutto l’azienda ma hai fatto il primo passo per poter ottenere qualcosa.
    Permettere alle aziende di testarti migliora il rapporto di fiducia ed è una cosa che, quando fai acquisti, fai anche tu. O no?

Chi si ferma è perduto (provocazione?!)

K3 a Susa (TO) Sponsorizzato RedBull

Noi aiutiamo le iniziative a migliorare l’approccio alla ricerca di Sponsor e sappiamo che moltissime idee non troverebbero mai la luce se non fosse per gli sponsor.
Quindi quando leggiamo su Valsusaoggi.it che la corsa K3 di quasi 10 Km che porta dal centro di Susa alla cima del Monte Rocciamelone non si farà a causa del ritiro dello Sponsor, ci piange il cuore. 💔 Davvero!
Però, proprio perché aiutiamo gli organizzatori a trovare i modi per avere più sponsor, più velocemente e con budget più alti, diciamo sempre che gli sponsor non sono ne enti benefici ne bancomat. Gli sponsor sono aziende con degli ideali, dei dipendenti con un reparto marketing e una necessità assoluta di fare utili e ridurre gli sprechi.

Il comunicato stampa non spiega i dettagli della vicenda ma riporta, asettico, il risultato: niente corsa nel 2019. E noi da questo partiamo e prendiamo spunto.

Gli spunti

  • Nel lavoro di ricerca sponsor ci sono moltissimi aspetti da considerare. Non ultimo il raggiungimento del tuo budget. Questo vuol dire che quando trovi lo sponsor che ti fa raggiungere il budget… non deve essere l’ultimo. La ricerca deve continuare. Sempre! Perché gli sponsor sono volubili e volatili. Uno sponsor non è per sempre.
  • Il secondo spunto, invece, ce lo offre lo sponsor ce se n’è andato. Per 5 anni ha creduto nella manifestazione ed ha aiutato a farla crescere a livello globale. Perché lo ha fatto? e perché ha smesso?
    Mentre sul perché abbia smesso possiamo fare solo supposizioni aleatorie, sul perché abbia cominciato possiamo fare delle ipotesi più credibili: la corsa è breve ma intensa, fatta per atleti di sicuro valore e scenografica. Un insieme di fattori che ben si sposava con i valori che il brand voleva portare avanti e con il target che voleva raggiungere.
    Se poi aggiungi che per arrivare in cima al Monte Rocciamelone servirebbe qualcuno che “ti metta le aliiii” il gioco è bello che fatto.
    Quando pensi alle aziende a cui andrai a chiedere la sponsorizzazioni pensa sempre al tuo pubblico e trova il modo di farlo cambaciare con quello a cui l’azienda punta.

Doppio Orrore: ecco cosa NON devi fare quando cerchi sponsor

Sai che noi amiamo le sponsorizzazioni e sai che odiamo le richieste di soldi a mani tese spacciate per richieste di sponsorizzazione. Le richiesta a mani tese hanno un altro nome. Per questo leggere sulla stampa di Brindisi e La Spezia – link sotto le foto – dei comunicati stampa nei quali le aziende vengono trattate come casseforti dalle quali poter attingere, ci intristisce.

Nella tristezza, però cogliamo 2 spunti utili a te e alla tua ricerca di Sponsor.

Gli spunti

  • Se lo fai smetti di farlo. Se non lo fai non farlo mai. NON CHIEDERE SOLDI ALLE AZIENDE SENZA DARE NULLA IN CAMBIO. Ti sbatteranno fuori dalla porta e avranno anche ragione. Nel nostro lavoro di consulenti per iniziative in cerca di sponsor notiamo che, molto spesso, sono gli stessi organizzatori a sottovalutare il loro potenziale. L’iniziativa che stai facendo crescere è la tua miglior fonte di reddito che hai. È una potenziale miniera d’oro, devi solo trovarla.
  • L’abitudine a trattare le aziende come dirigibili pieni di denaro da far cadere a pioggia su chiunque chieda soldi è talmente diffusa che un approccio più commerciale, più attento alle esigenze del marketing aziendale, che tiene in considerazione il pubblico e presenta diversi “angoli d’attaccosarà sicuramente apprezzato dalle aziende. Non farti mai più buttare nel mucchio dei NO!

In questo video puoi trovare qualche idea che ti permetterà di andare dalle aziende con qualcosa di concreto in mano.
Qualcosa che loro potranno comprare.


Ricorda, le aziende devono fare Business. Sempre!

KeySponsor

Siamo certi che anche se la tua iniziativa è piccola, ha poco pubblico o budget limitato, tu possa prendere spunto da queste notizie e migliorare la tua ricerca di sponsor.

Nella newsletter #SponsorWeek inseriamo una sezione speciale che abbiamo chiamato “Cosa fanno i BIG“. Non perché quelli qui sopra non siano grandi marchi o grandi eventi ma perché si parla di cifre monster, attivazioni costose, brand mondiali.

Se questi gli spunti non ti sembrano adatti al tuo caso, scrivilo nei commenti e ti daremo degli spunti più vicini ai tuoi bisogni.

Dal momento che è bene imparare dai migliori ecco qui sotto gli spunti dei “Big Brand” di questa settimana.

Cosa fanno i BIG

Tutto lo sport americano vestirà Nike

Non importa che tu sia un tifoso di Basket, Football o Baseball, dal prossimo anno tutte e 3 le leghe useranno solo abbigliamento Nike.
L’ultimo arrivato è l’accordo con la Major League di Baseball, mentre Football e Basket erano già in bacheca.
Sì, in bacheca. come dei trofei, perché la visibilità portata ai marchi da questi sport e gigantesca.
Fonte: ilpost.it

LO SPUNTO
1️⃣ È ancora possibile credere nello sport come forma di investimento pubblicitario. E va considerato che l’approccio alle sponsorizzazioni sportive che hanno negli USA è diverso da quello che c’è nel resto del mondo… diverso in peggio.
Da noi c’è ancora qualche regola da rispettare ma con un po’ di attenzione Sponsor e Sponsee possono fare quasi tutto.

Se cerchi sponsor per una realtà sportiva ma non hai molti risultati, prova a cambiare punto di vista e, per sicurezza, scrivici i tuoi dubbi su Facebook Messenger.

SuperBowl LIII

Copio quello che abbiamo scritto su #SponsorWeek Nr. 17
SuperBowl LIII, 5,5 milioni di dollari per uno spot di 30″ che potrebbe essere visto da 1 americano su 3. Il più grande spettacolo televisivo del mondo prospera grazie agli sponsor ed esserci, per le aziende, non è solo un’occasione commerciale importantissima ma anche una dimostrazione di forza.
Seguendo il link qui sotto troverai un articolo di Sporteconomy.it con l’elenco dei marchi presenti e, molto più interessante, cosa pubblicizzeranno e come lo faranno.
DA LEGGERE tutto d’un fiato e poi rileggere con carta e penna per prendere appunti. Vai all’articolo “Tutti gli Sponsor del SuperBowl LIII“.

GLI SPUNTI
1️⃣ Ce ne sono una montagna. Qui sotto ti metto i più “facili” da imitare.

2️⃣ Pizza Hut sarà Official Pizza Sponsor e ha preparato, per il giorno del SuperBowl, un menù speciale per tutti i tifosi di Football.
Sì, hai letto bene: Official Pizza Sponsor!
Tu ce l’hai l’Official Pizza Sponsor?
Se sì, complimenti, in caso contrario, quanto tempo impiegheresti ad imbastire e preparare alla vendita un pacchetto “Official Pizza Sponsor” per la tua iniziativa?
È un’idea tanto semplice quanto efficace. E avresti anche 2 o 3 comunicati stampa pronti da essere diffusi.
Non ci credi? Mandaci un WhatsApp cliccando qui.

3️⃣ Disney ha comprato diversi spazi pubblicitari ma, in cambio ha avuto anche un giocatore della squadra vincente come ospite della parata al Disney World di Orlando in giorno dopo la partita.
Proprio come per la pizza ti chiedo: quanto tempo impiegheresti ad imbastire e preparare alla vendita un pacchetto “Ospitata ad evento aziendale” per la tua iniziativa?
A te costa pochissimo e all’azienda potrebbe interessare oppure no, ma lascia che siano loro a dirtelo. Tu, nel frattempo, avrai qualcosa di concreto da proporre.
Plus: c’è chi insieme alle ospitate prevede una sessione di autografi. Vedi tu!

Il logo Mercedes all’esterno dello stadio

4️⃣ Mercedes-Benz è il Title sponsor dello stadio in cui verrà giocata la partita. Gli americani non lo sanno perché nelle pause di gioco vedono gli Spot ma al resto del mondo – che non vede i mega-spot del Superbowl – è stata mostrata una ripresa fissa dell’esterno dello stadio.

Per massimizzare l’esposizione, gli account della NFL hanno convinto Mercedes a usare uno spot di 60′ per lanciare la nuova classe A.
Diciamo che avere la Mercedes già invischiata nella faccenda SuperBowl potrebbe aver aiutato la trattativa.
Quando pensi alla tua iniziativa, guardati intorno e potresti trovare delle aziende che sono già molto vicine a quello che fai e al tuo pubblico e potresti chiedere loro di sponsorizzarti.


Vuoi raccontarci un tuo esempio personale?
Scrivilo nei commenti in fondo al post.


Cos’è #SponsorWeek

#SponsorWeek è la nostra selezione di notizie che possono aiutare te e il tuo staff a migliorare la Vostra ricerca di Sponsor, grazie agli spunti che contengono.
Questa #RevieWeek 😵 riporta solo alcuni degli spunti presenti nella newsletter.

Ogni settimana, grandi aziende e piccole iniziative affrontano il mondo delle sponsorizzazioni. C’è tanto da fare e da imparare.

Per ricevere #SponsorWeek gratuitamente ogni Domenica nella tua casella mail, compila il modulo qui sotto ▼


Hai delle domande?

Usa i commenti o clicca qui per chattare su Facebook Messenger.

Buona settimana e che tu possa avere sempre più sponsor, più velocemente e con budget più alti.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *