SponsorWeek-nr.12
SponsorWeek-nr.12

Ogni settimana facciamo una selezione di articoli che possono esserti da stimolo. Lo scopo è quello di aiutarti a ottenere il MASSIMO dalle sponsorizzazioni che stai cercando.
Immagina come potresti usare questi spunti per la tua ricerca di sponsor: idee simili a queste potrebbero piacere alle aziende che contatti di solito?

Juventus e Adidas insieme per 8 anni

Juve-adidas

La cifra è di quelle importanti ma fa urlare allo scandalo molto meno rispetto ad altre compagini europee. 8 anni per poco più di 50 milioni l’anno. 400 milioni abbondanti di euro nelle casse della vecchia signora che faranno sicuramente bene a gestione e mercato con un MA grande così.

Gli spunti

  • La Juventus è sicuramente una squadra che ha ambizioni altissime nel prossimo futuro.I 50 milioni a stagione sono sicuramente un grosso impegno ma è facile che chiudere ora a questa cifra abbia permesso all’azienda delle 3 strisce di risparmiare parecchio facendo un contratto simile tra uno o 2 anni.
  • L’uomo dal merchandise d’oro è già della Juventus e lo sarà per diversi anni. Nessuno vende più magliette di lui. Avere il logo sul petto di Ronaldo è un valore aggiunto che tu, probabilmente, non ti puoi permettere ma nel tuo piccolo puoi identificare un campioncino o, in generale i successi della squadra, come elemento da commercializzare per dare più valore alla sponsorizzazione della tua maglia.
  • L’accordo col la Juve non comprende solo la Prima squadra ma anche tutta la fornitura e il supporto tecnico alla Primavera, all’Under 17 e a Juventus Women.
    ◘ Potrebbe sembrare scontato, non lo è.
    ◘ Potrebbe sembrare dovuto. Non lo è.
    ◘ Potrebbe sembrare una considerazione di poco conto. Non lo è.
    Pensaci!

I “bambini” del Giglio ringraziano gli sponsor a mezzo stampa

Scola calcio Isola del Giglio

Nell’Isola del Giglio c’è una scuola calcio come potrebbe esserci in molti paesi, e lo spunto che ci hanno dato questa settimana vale per qualunque sport. (Si parla più spesso di calcio solo perché la stampa parla più spesso di calcio… non è colpa nostra, non facciamone polemica e traiamo – sia noi che voi – più spunti possibile da ogni fonte).

In occasione del periodo Natalizio la dirigenza della scuola calcio ha inviato un comunicato stampa – ripreso da Giglio News nel quale non ha mancato d fare gli auguri e di ringraziare uno a uno, dettagliatamente, ogni sponsor.

Gli spunti

  • Non serve essere una grossa squadra per fare dei comunicati stampa. Quello messo in pratica dalla Scuola Calcio è solo uno degli esempi di cui parliamo ne “Le 3 fasi della ricerca di sponsor“: scrivere comunicati stampa per fare in modo che si parli di te.
  • Il comunicato include l’elenco degli sponsor e questi lo fanno in tanti ma, in tanti, lo fanno malissimo: un elenco di aziende senza arte ne parte in fondo al comunicato. La scuola calcio del Giglio, invece, lo ha fatto bene nominandoli, senza la marchetta di indirizzo o numero di telefono, ma scrivendo a chiare lettere quale è stato il contributo che azienda, associazione o istituzione ha dato alla squadra.
  • Perfetto l’ordine in cui è stato organizzato il comunicato:
    • elencazione degli sponsor,
    • frase di rito sull’unità e l’importanza dello sport per la crescita
    • qualche numero su cos’è e cosa fa l’associazione sportiva
    • Foto delle squadre – che sembrano 3 ma mescolando persone e divise danno l’impressione di essere 5. 🔝

“Casarano” facci sognare

I Logo delle squadre di Volley e Calcio di Casarano

Nel titolo l’ho messo tra virgolette ma non è ne una persona ne uno sponsor. §2 il paese di Casarano, in provincia di Lecce. Le squadre di Pallavolo e Calcio della città sono sponsorizzare dalla stessa azienda di scarpe: segno inconfondibile e – stavolta – davvero forte del legame che c’è tra l’azienda e il territorio e l’azienda e lo sport, l’azienda e la città. Perché tutti si riempiono la bocca di questi legami ma sembrano spesso frasi fatte. Non a Casarano, non per la Leo Shoes e il suo presidente.

Lo Spunto

  • L’articolo è arrivato alla nostra attenzione – noi stiamo a Treviso – da Lecce News, a dimostrazione che le notizie, una volta in rete, viaggiano e non conoscono più confini: scrivi comunicati stampa.
  • L’articolo in se non è una perla di giornalismo ma mette in evidenza le squadre, la dirigenza e, soprattutto, ciò che interessa a tutti noi: lo sponsor. In questo caso la conferenza e il comunicato sono stato addirittura scritti dalla sponsor ma anche questo è uno spunto: NON DEVI FARE PER FORZA SEMPRE TUTTO TU. Parlando con i reparti marketing dei tuoi sponsor troverete sicuramente delle idee da poter sfruttare per dare massima visibilità a loro con il minimo sforzo da parte vostra. Giocati bene questa carta è potentissima.

Neymar è una macchina da 35 sponsor personali

La tua squadra, società o iniziativa è probabile che faccia fatica trovare e convincere sponsor e leggere di quanto questo extra-terrestre riesca a fare “da solo” potrebbe sembrarti offensivo e forse fuori luogo. ma la mail #SponsorWeekiscriviti qui – ha lo scopo di dare degli spunti e gli articoli di spiegazione hanno proprio lo scopo di chiarire gli spunti che noi in redazione abbiamo visto in una particolare notizia – ce ne sono tante altre che non vedrai mai. Anche nel caso di Neymar e della sua quantità di sponsor globali e non lo spunto per la tua realtà c’è!!!

L’articolo di calcioefinanza.it parte da un leggero accenno sulle prestazioni del brasiliano per poi concentrarsi sulla fan-base del giocatore: Neymar è il secondo atleta al mondo per fan/follower presenti sui diversi social. E questo vale tantissimo. Avere 2,5 volte i fan di LeBron James rende ogni post del campione brasiliano un messaggio pubblicitario su ampissima scala, per di più globale.

Lo spunto

  • Non sottovalutare la parte social della tua iniziativa. Che tu sia un singolo atleta o una società usare i social per comunicare con i tuoi tifosi ti metterà in una posizione invidiabile con gli sponsor. Nota bene: ho detto COMUNICARE.
    Usare Instagram o Twitter per ri-postare i post di Facebook non crea un rapporto con i tifosi. Le aziende, invece, cercano proprio questo. Vogliono che una tua foto con il loro prodotto raggiunga persone che lo possano capire, comprare e “amare”.
    Il telefono di Neymar non è in mano sua ma in quelle di un team di professionisti. Tu potresti pensarci o per cominciare, chiedere aiuto a qualche esperto. In generale, quando si parla di richiesta di sponsor, poter dire alle aziende che hai una base di fan grande – e attiva – sarà molto importate.
    Poi, con loro, studierai il modo migliore per far passare il loro messaggio senza rovinare il rapporto che hai con i tuoi tifosi e fan.

Mi stuzzica l’idea di mettere nome e logo sul PalaLeonessa

Brescia - Palaleonessa cerca sponsor

Non credo che l’idea di affiancare il proprio nome al PalaLeonessa di Brescia piaccia solo a me. Ho l’impressione che il bando comunale che concede questa possibilità per 5 anni a 350.000 sarà ricco di offerte. Il palazzetto di Brescia gode di ottima salute e ospita grandi eventi non solo sportivi. Tra l’altro la struttura del bando permette di utilizzare oltre al nome anche il logo dell’azienda, una situazione abbastanza insolita che potrebbe aprire delle interessanti strade per l’attivazione di pubblico e bresciani tutti.

Gli spunti

  • Il breve articolo è solo uno dei tanti che mette in evidenza come anche la Pubblica Amministrazione cerchi e abbia bisogno di sponsor. Spinta dalle leggi di bilancio e da assessori illuminati le pubbliche amministrazioni stanno entrando nel mondo delle sponsorizzazioni comportandosi esattamente come aziende private, quindi è possibile prendere spunto da loro: in questo caso:
    • contratto quinquennale
    • definizione degli obiettivi
    • innovazione nella possibilità di affiancare il logo aziendale al naming del palazzetto.
  • Nella tua presentazione agli sponsor, includi questi aspetti?

Nota: la notizia l’abbiamo letta su “Il Giornale di Brescia” ma nel momento in cui scriviamo non abbiamo trovato il bando sul sito del comune.


Anche se la tua iniziativa ha poco pubblico o budget limitato puoi prendere spunto da queste notizie per migliorare la tua ricerca. Usa i Big Brand come esempio per avere una presentazione che sia diversa da quelle che fanno i tuoi concorrenti.
Anche per questo motivo inseriamo la sezione: Cosa fanno i BIG.
Ecco qui sotto di cosa si tratta e quali sono gli spunti da poter prendere questa settimana.

Cosa fanno i BIG

La Pasta Molisana, nuovo sponsor del Milan farà una “pasta del MILAN”.

LO SPUNTO: Oltre a essere nei piatti di pasta dei campioni milanisti, oltre a essere sui banner allo stadio, oltre a essere sui banner delle interviste – cose normali – il nuovo sponsor rossonero creerà una linea di prodotti speciale per onorare la nuova partnership… e questa è la parte interessante. Proporre ai propri sponsor di creare un prodotto, una linea, una serie limitata, una versione speciale creerà maggiore interesse nella sponsorizzazione e darà a te di essere propositivo/a.

I Top-TEAM incassano tanto dagli sponsor di maglia

La notizia è di quelle che fa vendere giornali e schizzare le visite sui siti quindi le fonti che ne hanno parlato in diverse salse sono davvero tante. L’idea di massima è che più campioni ci sono in una squadra e più tifosi abbia quella squadra (nel mondo) più alte siano le possibilità di rientrare dell’investimento vendendo magliette e merchandise.

LO SPUNTO: la tua squadra o iniziativa non sviluppa i numeri di Real Madrid o Paris Saint Germain ma è probabile che, con un po’ di fantasia e un po’ di spirito di iniziativa, riesca a creare un prodotto che sia allettante per tifosi/amici e sponsor: gli amici comprano e gli sponsor pagano e diffondono il loro marchio. Tutti felici.

Lampada OSRAM non è più solo il negozio cantato da Baglioni

Io quando sento parlare di “lampada OSRAM” mi partono le note di Baglioni. Non so cosa farci e forse non sono nemmeno l’unico. Ora avrò un ricordo in più. La grande azienda tedesca ha vinto il bando (la parte sponsorizzazione non è chiarissima) per illuminare e valorizzare con lampade LED l’intera basilica di san Pietro. I numeri dell’operazione sono enormi.

LO SPUNTO: OSRAM è un marchio noto ma vincendo/sponsorizzando l’illuminazione di San Pietro si pone in una nuova luce :-) di mercato. Non solo lampadine ma sistemi Led professionali adatti a grandi spazi ed eventi. Un bel cambio di marcia che farà piacere al marketing di OSRAM che, basandosi sul suo sito, sta cercando di fare un vero cambio di rotta.
Nella tua ricerca di sponsor potresti imbatterti in aziende che stanno sviluppando nuovi prodotti o che hanno delle linee di sviluppo in fase di crescita: sfrutta questa possibilità per ridurre la propensione al NO, tipica delle aziende alle quali viene chiesta una sponsorizzazione.


Cos’è #SponsorWeek

Ogni settimana, grandi aziende e piccole iniziative affrontano il mondo delle sponsorizzazioni. C’è tanto da fare e da imparare.
#Sponsorweek è la nostra selezione settimanale di notizie ognuna delle quali, come hai letto qui sopra contiene diversi spunti che possono aiutare te e il tuo staff a migliorare la Vostra ricerca di Sponsor. 


Hai delle domande?

Puoi farci tutte le domande che vuoi sulle sponsorizzazioni usando i commenti qui sotto o usando la chat di Facebook Messenger.

Buona settimana e che la tua ricerca di sponsor ti dia sempre tante soddisfazioni.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *