Gamification per il tuo marketing

Il gaming è uno dei settori virtuali più redditizi e sfrutta le più fresche strategie di marketing. È un settore da studiare

Gamification per il tuo marketing

Agli albori i videogiochi erano considerati semplicemente delle attività ludiche per nerd. Dopodiché lo sviluppo tecnologico, i cambiamenti nella società, l’avvento dei social media, hanno modificato anche la percezione e lo sviluppo dei giochi. Oggi il gaming è uno dei settori virtuali più redditizi. Il gaming, inoltre, ha anche qualcosa da insegnare al mondo del marketing grazie alle strategie della gamification.

Gamification è un termine introdotto a partire dal 2010. Il concetto di gamification va a definire regole e strategie che permettono, attraverso il gioco, di veicolare messaggi che andranno a influenzare l’attitudine di un utente rispetto al prodotto o servizio.
In realtà è molto più semplice di quello che si possa pensare.

Da cosa nasce la gamification?

Fin dai primi videogiochi, l’utente si è trovato coinvolto perché riceveva ricompense e aveva una gratificazione ogni volta che superava un livello o distruggeva il boss finale. Nella gamification dei messaggi il sistema non è cambiato molto: esistono ancora ricompense e gratificazioni che, grazie ai giochi multiplayer online, sono a livello globale.

Ci si è resi conto che il sistema della gamification può essere applicato a qualunque settore attraverso la comunicazione e il design.

Design e comunicazioni che vanno a formare il marketing di un’azienda: con determinate strategie volte a fidelizzare l’utente del web, questi sono tutti potenziali clienti.
E cosa c’è di meglio della gratificazione e delle ricompense per indurre un utente a ritornare su un sito, a cliccare sui prodotti ed, eventualmente, comprarli?

Proprio per questo sono stati introdotti nel marketing concetti di livello, missione, sfida, ricompensa e power-up. Sono termini ben noti a chi gioca frequentemente, sia con le vecchie console, sia con il PC o con le ultime innovazioni del cloud gaming.
Anzi, è ancora più frequente sentir parlare di ricompense e bonus da quando quasi tutto il mondo dei videogiochi si è orientato verso l’online. Il gioco online ha portato alla condivisione totale di risultati, sfide e a fare campagne con giocatori da tutto il mondo.

L’arrivo del Marketing

Questo cambiamento non poteva passere inosservato. I marketers di tutto il mondo si sono resi conto che potevano sfruttare gli stessi meccanismi che invogliano a continuare a giocare, a cercare di superare ogni livello e sfida che si presenta, per promuovere i prodotti e invogliare all’acquisto.
Dunque si tende sempre più a premiare i clienti, coinvolgendoli in piccole sfide e giochi camuffati da post social o blog post.
[questo passaggio è importantissimo per la ricerca di sponsor in cui i clienti sono le aziende a cui ti stai rivolgendo – ndr]

Ora il mondo dei videogiochi sta per affrontare nuove sfide. Vanno considerati l’avvento del cloud gaming, lo scoppio della passione per il retro-gaming e lo sviluppo tecnologico che presenta sempre più innovazioni e strumenti dedicati a gamers e appassionati.
Chissà se anche queste nuove sfide nel mondo del gaming produrranno nuovi stimoli per le aziende e il web marketing.


Guest post di Stefania Grosso → @TechWarn.com
Con un paio di aggiunte della nostra redazione.


Puoi approfondire l’argomento Gamification e marketing a questi link: