Come far capire che sei un vero testimonial

I testimonial sono usati dalle aziende perché vengono riconosciuti dal loro pubblico.

Quando cerchi sponsor per la tua iniziativa personale, potrebbe essere una bella idea quella di proporti alle aziende come loro testimonial.
In pratica dovrai renderti disponibile a realizzare per loro dei servizi fotografici ma, soprattutto, usare il loro prodotto e pubblicare sui tuoi canali social.
Quella del testimonial è una soluzione molto semplice da proporre ma prima devi avere la certezza di essere un testimonial credibile. Oggi c’è chi li chiama Influencer.

Come si stabilisce se un influencer è adatto all’azienda

Come far capire che sei un vero testimonial
Photo by chuttersnap on Unsplash

Troppo spesso si pensa che il numero di follower sui social sia sufficiente a capire la qualità dell’influencer. Per tua fortuna il numero di folower non è tutto.
Fai notare alle aziende che il numero di Follower su Instagram si può “gonfiare” di fan inattivi attraverso sistemi a pagamento. Quello che cercano le aziende sono persone reali che vedano e interagiscano con foto, video e storie, Questi seguaci inattivi non aumentare l’interazione con i post – engagement. I fan reali, invece, sono effettivamente interessati ai tuoi post che appariranno nel loto feed, metteranno “Mi piace” o ❤️, condivideranno e commenteranno? faranno quindi quelle azioni che e aziende cercano e per le quali sono disposte a pagare.
Il dato fondamentale per valutare un influencer è capire il rapporto che ha con i propri seguaci.

Ma non basta.
Se l’azienda a cui stai chiedendo la sponsorizzazione proponendoti come testimonial è un’azienda di nicchia, dovrai risultare interessante per quella nicchia: essere considerato un “esperto”.
Tieni a mente che l’azienda cerca qualcuno a cui affidare il suo messaggio pubblicitario. Qualcuno con la capacità di convincere il pubblico che lo segue ad acquistare prodotti o diffondere gadget pubblicitari, come ad esempio, spille personalizzate come quelle fatte da Professional Pins).

L’avanzata dei Micro-influencer

I Micro-influencer sono tutte quelle persone in grado di comunicare con un proprio pubblico specifico e limitato. Non hanno milioni di Fan ma il numero, seppur limitato, è fatto da persone estremamente fedeli e influenzabili. Si parla di “microinfluencer marketing” e rappresentano un investimento quasi sicuro in termini di conversione dell’investimento.

Questo speciale e affollatissimo mercato ha delle dinamiche leggermente differenti e forse più difficili rispetto al più noto “influencer marketing”. Tra queste difficoltà, sicuramente quella di trovare profili che corrispondano ai requisiti necessari all’azienda: fa in modo di essere tu a dire alle aziende di cosa ti occupi e cosa caratterizza il tuo pubblico: età. sesso, interessi. In questo modo dimostrerai di poter essere un testimonial interessante per le aziende sponsor.
Altro problemino dell’micro-influencer marketing è la diffusione del messaggio. Poiché il messaggio viene veicolato ad un numero limitato di persone alle aziende servirà un numero maggiore di influencer.
Prova a coinvolgere nel progetto altre persone con un pubblici simile al tuo. Servirà a dimostrare alle aziende il tuo impegno a diffondere al meglio il loro messaggio.

Come farti ingaggiare come Testimonial

Ora che sai cosa dire alle aziende sponsor per dimostrargli le tue capacità di veicolare il loro messaggio… devi farti ingaggiare-
Dovete trovare la formula giusta per fare in modo che loro diventino tuoi sponsor e tu loro testimonial.

Dove sono i tuoi Fan?

Se hai cominciato a lavorare nel web qualche anno fa, potresti avere un certo numero di lettori o di iscritti alla newsletter. Se sei arrivato più di recente potresti aver sviluppato una buona audience su Facebook, YouTube o Instagram… le possibilità sono davvero tante, così come i modi di interagire con il tuo pubblico.
Fai capire all’azienda che tra il tuo pubblico e il loro prodotto c’è “ATTINENZA”: un legame forte.
Il connubio tra l’azienda e il tuo pubblico sarà tanto più efficace quanto lo sarà la tua credibilità nel promuovere quel prodotto. Solo così potrai creare le basi per influenzare positivamente il pubblico mostrando i vantaggi del prodotto sponsor.

Quanto potrebbero pagarti

Non sminuire o sottovalutare mai quanto possa valere il tuo lavoro di influencer/testimonial. Se l’azienda non ha capito il valore di ciò che stai proponendo, rispiegaglielo e, magari, organizza dei test.
Il tuo lavoro non sarà solo quello di farti dei selfie ma, se lo prevederà il Vostro accordo, dovrai produrre dei video, allestire dei set, fare dei casting, pagare altri professionisti per aumentare il valore percepito e la qualità delle tue pubblicazioni.
Senza dimenticare che, in qualità di testimonial/influencer, potresti voler promuovere i tuoi post con lo sponsor e questo, ha un costo.
Il compenso va deciso pensando a tutte questi elementi.

Se hai un seguito e vuoi intraprendere l’attività promozionale con un’azienda fai attenzione a scegliere aziende che si addicano a te e siano in linea con te e il tuo brand, per poter essere sempre credibile e non far percepire mai ai tuoi fan l’odore di marchetta.


Guest post di Professional Pins
Con qualche aggiunta della nostra redazione.


Puoi approfondire il tema dei gadget personalizzati da usare per la tua iniziative a questo link: