I consigli per trovare sponsor dati a una squadra di calcio

Scopri cosa abbiamo detto ad una squadra di calcio per migliorare la loro ricerca di sponsor.

Indice

Leggi i consigli che abbiamo dato a una squadra di calcio che cercava nuovi sponsor dopo il passaggio di categoria.

Squadra di calcio cerca sponsor-v

Qui sotto potrai leggere la mail che il Sig. Piero, delegato alla ricerca di sponsor di una squadra di calcio che chiameremo Borussia Pontremoli era solito inviare alle aziende per chiedere il loro interesse a diventare sponsor.

Per il nostro approccio alla ricerca di sponsor, la mail che viene inviata alle aziende è molto importante perché è il 1* contatto che le aziende avranno con te.
Secondo noi è molto importante che la mail sia fatta al meglio.

Qui sotto trovi il testo della mail proprio come ci è arrivata affinché noi potessimo farne l’analisi commerciale. Subito sotto i consigli che abbiamo dato per rendere la mail più adatta a richiedere sponsorizzazioni.

Il testo è riportato ESATTAMENTE come ci è arrivato, abbiamo solo modificato ciò che serviva per renderlo anonimo, così ti sarà più facile immedesimarti 😉.

Alla c.a. ufficio Amministrazione/Marketing

buongiorno sono Piero del Borussia Pontremoli,
stiamo cercando nuovi sponsor per la stagione 2019/2020 per la ns 1^squadra che dovrà disputare il nuovo campionato nazionale, se foste interessati possiamo fissare un incontro in modo da presentarvi il nostro piano sponsorizzazioni.
Rimango a disposizione per qualsiasi info.

Grazie Piero

La nostra risposta

Buonasera Sig. Piero.
Siamo a scriverLe l’analisi commerciale della lettera che Lei o i suoi collaboratori inviate alle aziende per presentare il Borussia Pontremoli.

LA AVVISO FIN D’ORA
Le cose che dirò non vanno prese sul personale ma sono nozioni dettate da anni di esperienza nella ricerca di sponsor e nella gestione del marketing delle sponsorizzazioni.

Il nostro approccio alle sponsorizzazioni è di tipo commerciale.
Negli anni abbiamo provato diversi strategie per avvicinare le aziende ma quello che dà i maggiori risultati è proprio la vendita.
Per VENDITA intendiamo che gli organizzatori dell’iniziativa o comunque chi è incaricato della ricerca di sponsor, devono riuscire ad immaginare l’iniziativa come una fonte pubblicitaria che le aziende potrebbero sfruttare.
Le aziende, soprattutto quando le cifre cominciano a salire, vedono di cattivo occhio “le donazioni” e preferiscono fare investimenti.
Le aziende, infatti, fanno acquisti ed investimenti tutti i giorni e il modo più efficace per riuscire ad ottenere la sponsorizzazione è far percepire all’azienda che ciò che si sta proponendo è un investimento e non un costo.

Fatta questa premessa, passo all’analisi commerciale della mail che ci ha inviato, presupponendo che venga inviata sia ad aziende che conoscono il Borussia Pontremoli, sia ad aziende con le quali non avete rapporti.

L’analisi

Squadra di calcio cerca sponsor-v
Photo by Markus Spiske on Unsplash

Comincio dall’Oggetto

L’Oggetto è una parte molto importante della mail perché permette al destinatario di sapere se è interessato a leggere il testo o meno.
Purtroppo non tutti leggono tutte le mail che arrivano e scelgono quali non leggere basandosi sul mittente* e sull’oggetto.

La mail che ci ha inviato è l’inoltro di quella che ha inviato alla Pescheria “Pesce Fresco” e l’oggetto è “ASD Borussia Pontremoli”. Anche se formalmente corretto questo oggetto “puzza” di richiesta di soldi.
Questo limite si può superare cambiando l’oggetto con frasi più persuasive come, ad esempio:

  • Una proposta interessante per la NOME AZIENDA
  • Abbiamo pensato proprio alla NOME AZIENDA prima di mandare questa mail
  • La NOME AZIENDA potrà avere un vantaggio concreto

*: Il mittente lo può personalizzare all’interno delle impostazioni della sua casella in modo che non sia solo il suo indirizzo ma qualcosa di più personale. “Sergio di Agrate Volley” potrebbe essere una buona soluzione. Questa è un’operazione che andrà fatta una sola volta.

NOTA: È bene considerare che le mail inviate a info@nomeazienda.xyz non vengano lette dal titolare ma da una persona incaricata di smistare le mail inviate alla casella generica verso i destinatari più corretti.
Titolari, presidenti e uffici acquisti tendono a istruire questa persona affinché cestini le mail di richiesta di sponsorizzazione “che farebbero perdere tempo“.
L’ufficio marketing è più malleabile ma, in ogni caso, per evitare di finire nel cestino o, ancor peggio, essere segnalati come SPAM, è bene rendere la mail interessante e utile.
In questo modo la segretaria avrà più difficoltà a cancellare il messaggio e sarà tutelata nel caso in cui inoltrando il messaggio ai suoi superiori, questi la dovessero ritenere “non utile“.

ALLA C.A.

Indirizzare l’attenzione verso l’ufficio Marketing è giustissimo.
Per quel che riguarda l’ufficio amministrativo, invece, il pericolo di essere cestinati è un po’ più alto.
Questo perché l’ufficio marketing cerca di capire se la proposta pubblicitaria è interessante per il marchio aziendale. L’ufficio amministrativo (o ufficio acquisti), invece, guardano solo la cifra. Sto generalizzando ma inviando migliaia di mail è bene non considerare i casi specifici ma ciò che succede nella maggioranza delle aziende.
Inoltre l’ufficio marketing molto spesso ha già un budget da poter investire quasi senza bisogno di chiedere autorizzazioni.

Dal momento che non può sapere a chi verrà inoltrata la mail dalla segretaria, meglio metterla alla C.A. del solo Ufficio Marketing.

Buongiorno sono Piero

Ne nella presentazione all’inizio della mail, ne alla fine nella firma, spiega qual’è il suo ruolo nella squadra.
Anche se può sembrare una informazione superflua, per chi legge la mail e dovrà attivarsi per studiare il PDF allegato o ricevere una chiamata nei giorni successivi, è importante sapere se la mail arriva dalla dirigenza o da un sottoposto.
Esistono casi in cui a mandare le mail sono i giocatori, i quali, però non hanno nessun potere decisionale. Se non specifica il suo ruolo chi riceverà la mail non avrà modo di sapere se il mittente ha o meno potere decisionale.
Più alto è il livello del manager, più alto deve essere il livello del mittente della mail.
Dica subito chi è, che ruolo ricopre e, mentre lo fa, aggiunga qualche altra informazione personale in modo da permettere al lettore di inquadrarla al meglio: da quanti anni fa parte della squadra? Che ruoli ha ricoperto prima di arrivare ad essere la persona che cerca sponsor? La gestione degli sponsor è sotto il suo controllo diretto?

Stiamo cercando nuovi sponsor…

Questa è la frase su cui fa perno tutta la mail: TROVARE SPONSOR.
Prima di calare l’asso – la richiesta – vedrei di buon occhio una sorta di introduzione.
Lei ha scritto che cercate sponsor perché dovrete fare il nuovo campionato.
Io avrei detto che a causa della vittoria di quest’anno avrete la possibilità di disputare un campionato più prestigioso e questo permetterà ai Vostri sponsor di avere un ritorno maggiore. Per questo motivo siete alla ricerca di aziende che abbiano desiderio di approfittarne.

Come detto il nostro approccio è di tipo commerciale e le migliori vendite si fanno quando si crea la necessità nell’acquirente.

Se foste interessati…

Ottimo.
Pensare di presentare l’intero progetto con dettagli e sfaccettature, anche economiche, in una sola mail sarebbe sbagliato. La possibilità di fissare un incontro per parlare di persona, di solito, piace alle aziende. Non tanto per la riunione in sé quanto perché dimostra disponibilità da parte della Vostra.

Il massimo risultato lo potrà avere telefonando Lei stesso l’azienda 2 o 3 giorni dopo l’invio della mail. Lo anticipi nel testo: il sapere di poter essere “interrogato” metterà il lettore nella condizione di voler essere preparato e leggerà con più attenzione il testo della mail e l’allegato.

Piero

Come firma è parecchio debole.
Ho già accennato al fatto che manca il suo ruolo nella squadra ma nella firma manca anche un numero di telefono per poterla contattare, un indirizzo e i link al web e ai social.

Anche se queste sono informazioni che si possono trovare all’interno della presentazione è bene che siano messe anche nella firma.
Il motivo è solo ed esclusivamente quello di trasmettere professionalità.
Le aziende che contatta sono realtà che Lei vorrebbe investissero nella Vostra capacità di offrirgli visibilità, quindi è giusto che la sensazione che provano sia sempre di aver a che fare con un interlocutore professionale, che sa quello che sta facendo e che sarà in grado di far fruttare il loro denaro.

L’allegato

In una mail con poco testo come la sua è presumibile che il grosso dell’opera di convincimento la faccia l’allegato.
L’idea dovrebbe essere che sfogliando il PDF in allegato il lettore si convinca della bontà della Vostra proposta e decida di concederVi del tempo per un incontro e, forse, dei soldi.
Il Vostro allegato non ha questo potere.
Si percepisce che siete una realtà consolidata e riconosciuta nel territorio ma mostra anche le vostre debolezze sul fronte marketing e comunicazione che, in questo frangente, sono proprio ciò che deve interessare alle aziende.

Le lacune sul lato marketing potrebbero non essere un grosso problema per aziende amiche o tifose ma lo diventerà nel momento in cui Vi rivolgerete “a freddo” ad aziende che non vi conoscono e che Vi devono pesare basandosi solo su ciò che vedono.
L’allegato, inoltre, non fa riferimento alla dimensione del campionato, del pubblico o del ritorno dell’investimento.
Questi 3 fattori sono quelli che interessano ai reparti marketing, insieme al prezzo, anch’esso assente.


KeySponsor crede fortemente nel potere delle sponsorizzazioni e sa che molte iniziative non potrebbero esistere senza il sostegno delle aziende sponsor e partner. Per questo motivo consigliamo di cominciare dall’analisi gratuita del testo della mail.
Usando i consigli ricevuti Vi sarà più facile raggiungere aziende e sponsor e potrete, con una piccola parte del ricavato, investire nei nostri servizi a pagamento. In questo modo, l’operazione KeySponsor non richiederà esborsi anticipati perché sarà pagata con i risultati che vi avremo già fatto ottenere.
Siamo davvero certi del nostro metodo.

I servizi a pagamento di KeySponsor.it

I servizi elencati qui sotto sono personalizzati e richiedono l’intervento di personale qualificato.

Scriviamo la lettera di presentazione: tutte le parti di una mail sono importanti per raggiungere il risultato: l’oggetto, il testo, la formattazione, le immagini. Così come tutte le informazioni inserite nel testo e nella firma.
Noi cureremo questi aspetti per fare in modo che la lettera abbia un aspetto professionale e conquisti i reparti Marketing delle aziende a cui verrà spedita.
• https://gum.co/KS-lettera

Servizio Ambassador: faremo conoscere la tua iniziativa alle aziende che potrebbero essere interessate a sponsorizzarti. Con il nostro servizio di Ambassador ti farai conoscere dalle aziende, riducendo i tempi per la chiusura dei contratti di sponsorizzazione. Saremo noi a portare il tuo messaggio alle aziende, presenteremo la tua iniziativa alle persone giuste e tu dovrai solo chiudere il contratto.
https://gum.co/ambassador

Un sito internet specifico per l’iniziativa: i principi sono gli stessi della pagina web, ma con la possibilità di organizzare grafiche, foto e testi in modo più personale e su un sito di proprietà Tutti i siti che realizziamo sono ottimizzati per essere usufruiti in modo ottimale sia da PC che da smartphone.
• https://gum.co/sitoKS

Servizi EXTRA: può capitare che per la ricerca di sponsor lei abbia bisogno di qualcos’altro: strategia, grafica diverse da quelle previste, consulenza tecnica o formazione specifica per i social o sulla vendita. il nostro personale è a sua disposizione per aiutarla a fare tutto ciò che serve a migliorare la sua ricerca di sponsor e il modo in cui si presenta.
Il sistema funziona in base a un preventivo e all’acquisto di gettoni-lavoro. 
https://gum.co/KS-gettone



Come sono le tue lettere di presentazione?

Ti ho fatto leggere questo scambio di mail perché tu possa capire cosa puoi migliorare nella tua presentazione per renderla più completa e in grado di conquistare nuovi sponsor.

In questo video un altro caso di lettera di presentazione “da migliorare”.

Dal nostro canale YouTube

Ti auguro una buon lavoro e che la tua ricerca ti possa portare sempre più sponsor, più velocemente e con budget più alti e ricorda che lo Staff di KeySponsor è a disposizione per ogni chiarimento, anche via chat su MessengerWhatsApp.

Se hai delle domande, non esitare e farcele usando anche il box commenti che trovi qui sotto. 


*: Quando è possibile consigliamo di telefonare all’azienda prima di mandare la mail di presentazione dell’iniziativa. In questo modo potrai chiedere del reparto marketing e avere l’indirizzo mail corretto a cui inviare il tuo messaggio.
Se lo avrai fatto la mail sarà il 2° contatto che avranno avuto con te. 🤷😮

PODCAST

Audio che spiegano come trovare sponsor in modo efficiente.
Tanti consigli e tecniche testati sul campo che hanno già aiutato migliaia di iniziative a trovare più sponsor, più velocemente e con budget più alti.

Ascolta gratis e registrati per non perdere le prossime puntate.

Qui sotto l’ultima registrazione.

Trovi “Come trovare Sponsor” su:

Condividi questo articolo
Facebook
LinkedIn
WhatsApp
Telegram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare:

Come puoi riprendere una trattativa che si è fermata
Case Study

Come riaprire una trattativa con le aziende

Nelle aziende ci sono diverse persone coinvolte nelle decisioni e può succedere che questo blocchi la tua trattativa. Ecco puoi riaprire una trattativa in modo rapido ed efficace. Con caso pratico. Stai cercando sponsor e con molta probabilità hai fatto

Leggi l'articolo »
Condividi questo articolo
Facebook
LinkedIn
WhatsApp
Telegram