Tanti Sponsor per gli Uffizi

  • Tanti sponsor agli uffizi

Tanti Sponsor per gli Uffizi

Eike Schmidt è il nuovo direttore degli Uffizi, nominato all’interno di un piano di riassetto dettato dal ministero. (qui le nomine). Già dalle prime interviste il nuovo direttore, 47 anni di Friburgo, ha tracciato la via per far crescere gli utili del museo. La ricetta passa per l’affitto delle sale ai private e l’opzione di assegnare le stesse sale agli Sponsor che finanzieranno il restauro delle opere.

Il piano ha destato un po’ di scalpore ma c’è da notare che sono anni che gli Uffizi si appoggiano a Sponsor privati e come ricorda lo stesso Schmidt: “succedeva anche nel Settecento o Ottocento […]“.

Il Polo Museale di Firenze, che comprende anche gli Uffizi, ha una sezione dedicata alle Sponsorizzazioni per la ricerca di fondi da destinare ai restauri e norme che regolamentano le strategie di comunicazione degli sponsor nei confronti del museo stesso.

Evangelista Scappi - Uffizi - Firenze

Evangelista Scappi – Uffizi – Firenze

Negli anni il museo degli Uffizi ha beneficiato di decine di sponsorizzazioni, una parte delle quali veicolate dall’associazione “Amici degli Uffizi” che si incarica specificatamente di reperire fondi da Sponsor, e Sostenitori e Soci al fine di restaurare quadri e sculture del museo fiorentino.
A questo Link l’elenco degli enti pubblici e privati che sostengono l’associazione ed il suo operato: amicidegliuffizi.it/soci_sostenitori.php

Gli sponsor, negli anni, non sono serviti solo al mantenimento delle opere degli Uffizi ma anche a migliorare i servizi offerti dal museo o crearne di nuovi. Un esempio è la sponsorizzazione giapponese che, già nel 2000, permise agli Uffizi di avere un archivio digitale di oltre 1.200 opere e un sito internet dal quale poterle ammirare.

Nel 2014 la Salvatore Ferragamo, dopo anni di collaborazione che hanno permesso di restaurare ed esporre quasi 400 opere, ha sponsorizzato la riapertura di 8 sale degli Uffizi senza opzioni di ritorno in visibilità (è stata fatta una “Erogazione Liberale“).

Tra mecenatismo e amore dell’arte e della cultura il museo degli Uffizi già utilizza le sponsorizzazioni per crescere e migliorarsi.

Secondo te, l’apertura delle sale agli Sponsor che finanziano il restauro delle opere potrebbe far aumentare il numero di investimenti verso il museo?
Usa i commenti qui sotto per darci l tua opinione.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *